Categoria: Italia

Obiettivo 11: creare città sostenibili
Articolo

Obiettivo 11: creare città sostenibili

Entro il 2050, circa il 60% della popolazione mondiale vivrà nelle città. Le città occupano oggi solamente il 3% della superficie terrestre, tuttavia sono responsabili del 60-80% del consumo energetico e del 75% delle emissioni di carbonio. La rapida urbanizzazione esercita pressione sulle forniture di acqua dolce, sulle fognature, sull’ambiente e sulla salute pubblica. Con...

Progettare rivoluzioni: il nostro impegno per il 2030
Articolo

Progettare rivoluzioni: il nostro impegno per il 2030

Le onde correvano veloci, scaricando l’energia del vento sulla riva: così un caldo pomeriggio di luglio portava con sé un pizzico di magia. Il lungomare di Bari può incantare chi lo vede per la prima volta ma anche chi è ostaggio delle proprie nostalgie. Può però soprattutto donare energia a chi crede che Bari, la...

CRISTO SI È FERMATO AD EBOLI
Articolo

CRISTO SI È FERMATO AD EBOLI

“Cristo si è fermato ad Eboli” può essere annoverato fra i classici della letteratura italiana del Novecento. Lontano dalla “sua” Aliano, Levi lo scrisse a Firenze e, precisamente, in una pensione di Piazza Pitti frequentata da scrittori e antifascisti, fra il Natale del 1943 e luglio del 1944. Nel romanzo, Levi, in prima persona, racconta...

CARLO LEVI E LA BASILICATA
Articolo

CARLO LEVI E LA BASILICATA

“E l’eternità individuale di questa vicenda, Lucania che è in ciascuno di noi, forza vitale pronta a diventare forma, vita, istituzioni, in lotta con le istituzioni paterne e padrone, e, nella loro pretesa di realtà esclusiva, passate e morte”. Carlo Levi è un cittadino del mondo: Torino, Parigi, Roma sono solo alcune delle città che...

CARLO LEVI E L’IMPEGNO POLITICO
Articolo

CARLO LEVI E L’IMPEGNO POLITICO

Che la vita di Carlo Levi dovesse interfacciarsi con la passione politica era quasi scritto nel suo DNA. Nasce sotto la Mole Antonelliana, da una famiglia del ceto medio ebraico. Sua madre, Annetta, è la sorella di Claudio Treves, esponente di spicco del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani. Durante gli anni del Liceo, precisamente nel...

“Verso contrade lontane” a bordo di un buon libro
Articolo

“Verso contrade lontane” a bordo di un buon libro

“Nessun vascello c’è che come un libro possa portarci in contrade lontane” scriveva Emily Dickinson. Sono ormai più di cinque anni che la nostra nave è in viaggio: un viaggio meraviglioso che ci ha portato a conoscere le diverse sfaccettature di questo Paese, le speranze e le paure del suo popolo”, i sogni e le...

Le ragioni del nostro riformismo
Articolo

Le ragioni del nostro riformismo

Se la nostra crisi è un’opportunità, continuo a non rassegnarmi alla ineluttabilità della fine del progetto politico del Partito Democratico (anche se bisogna tenersi pronti alle evenienze che verranno). Credo che la formazione del governo giallo-verde sposti in termini di necessità democratica la determinazione di un profilo chiaro di opposizione culturale e politica. L’opposizione è, infatti,...

Venti e onde per diventare abili navigatori
Articolo

Venti e onde per diventare abili navigatori

Torna la nostra serie di aperitivi con figure che possono aiutarci a capire meglio il nostro presente e a scoprire le prospettive future. “Cavalca l’onda del cambiamento” è stato il primo slogan di FutureDem. Il mare è tempesta, imprevedibilità, a tratti paura, ma tutti i bravi navigatori sanno che è anche luogo di sfida, passione,...

Valle d’Aosta, la sfida delle elezioni regionali
Articolo

Valle d’Aosta, la sfida delle elezioni regionali

Dopo una legislatura caratterizzata da innumerevoli dimissioni e numerosi cambi di maggioranza, la Valle d’Aosta si appresta ad andare al voto domenica 20 maggio. La peculiarità della situazione politica valdostana è quella di essere stata caratterizzata da anni di governo autonomista. La principale forza politica regionale dal dopoguerra, che ha espresso anche grandi personalità accademiche...

La corsa al nuovo
Articolo

La corsa al nuovo

Immaginate per un attimo di vivere in una delle periferie più degradate d’Italia. Ora immaginate invece di vivere nel centro di una metropoli, nella via più famosa o più alla moda. Al di là dei naturali risvolti economici, le differenze fra le due ipotesi sono così evidenti che non si saprebbe da dove iniziare: accesso...