Matteo Montagner

Responsabile territoriale Venezia

Nato nel 1985 a Mestre. Ogni volta che qualcuno gli chiedeva di dove fosse rispondeva «Venezia, dove vivevano i miei nonni» e a quel punto gli veniva chiesto «Ma “Venezia Venezia o Mestre?». Stanco di dover rispondere a questa domanda, nel 2014 decide di trasferirsi in centro storico.

Ha perseguito con tenacia la folle idea di studiare filosofia laureandosi in Scienze filosofiche. Visto che le strade canoniche del laureato in filosofia, che oscillano tra l’insegnamento e Mc Donald’s, non lo ispiravano, opta per una terza via, conseguendo un master in Strategia d’impresa: abbandona così Marx e Nietzsche per la consulenza aziendale, occupandosi di progetti per la PA e aziende del territorio. È anche tornato a Ca’ Foscari, ma questa volta come assegnista di ricerca di Economia.

Quando era giovane e idealista e molto più “sinistroide”, ha coordinato un gruppo studentesco universitario, sedendo nel CDA dell’ESU e in Senato Accademico, ma si sa che «da giovane incendiario e da vecchio pompiere» e così adesso si ritrova a scorrazzare per gli uffici di importanti aziende, multinazionali, incubatori di impresa, usando un sacco di parolacce di stampo economico o inglesismi vari per darsi un tono, ma sotto sotto resta un giovane ribelle disincantato. Crede che Piccolo avesse ragione: «capisci di essere di sinistra quando realizzi che tifi per i perdenti»: infatti in politica Matteo ha quasi sempre perso e raramente pareggiato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.