Obiettivo 17: partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

Obiettivo 17: partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile
Il diciassettesimo obiettivo di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite è radicalmente diverso rispetto agli altri sedici. In chiusura di una carrellata di azioni molto specifiche che i governi hanno deciso di implementare in determinati settori, l’ultimo impegno dei sottoscrittori dell’accordo è realizzare tutto questo in un quadro di partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.
L’Agenda 2030 insomma riguarda tutti, non solo coloro che hanno responsabilità di governo, e chiunque (un singolo o una organizzazione) può dare un contributo per costruire un pianeta più giusto e solidale. I Paesi si sono infatti impegnati a lavorare per intensificare la cooperazione tra Nord e Sud del mondo, tra gli Stati sviluppati e quelli in via di sviluppo. Ma anche a incentivare il dialogo e la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato, tra l’ambito no profit e quello for profit, al fine di mettere a sistema ogni risorsa possibile in un progetto di sostenibilità.
Un disegno di questo tipo consente di realizzare prima di tutto la condivisione di conoscenze e scoperte scientifico-tecnologiche, riducendo un divario che altrimenti sarebbe destinato a crescere in modo esponenziale. Inoltre i primi anni del millennio ci hanno mostrato come il disegno di politiche efficaci per sconfiggere la povertà non possa avvenire se non attraverso una azione congiunta dei Paesi e delle organizzazioni private (sia con sia senza fini di lucro), che vada a impattare su ogni ambito della vita delle persone. Infine ogni partner dell’accordo si impegna a rispettare la sovranità degli altri Stati, a cominciare da quelli in via di sviluppo, e il loro diritto a intraprendere la strada che ritengono più idonea per realizzare un futuro sostenibile.
La frontiera da raggiungere nel prossimo decennio sarà dare centralità alla cooperazione internazionale come strumento per dirimere controversie, emancipare popoli da una condizione di povertà e progettare in tutto il globo un nuovo apparato infrastrutturale completamente sostenibile per i cittadini della seconda parte del secolo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.