Illinois, lo Stato di Barack Obama si prepara a scegliere il Governatore

Illinois, lo Stato di Barack Obama si prepara a scegliere il Governatore

Non è uno Stato come tutti gli altri: è lo Stato di Barack Obama. Non è certamente casuale la scelta dell’ex Presidente di parlare per la prima volta dopo la fine del suo secondo mandato agli studenti dell’Università dell’Illinois per esprimere il suo punto di vista sulla situazione complessiva che gli Stati Uniti stanno vivendo. L’analisi è impietosa e parte dalle responsabilità del gruppo dirigente precedente: Donald Trump non è la causa, è il sintomo di un enorme risentimento nei confronti del ceto politico che ha governato nei primi anni 2000 e ha gestito la fase centrale della crisi sistemica che ha travolto il mondo dopo il fallimento della Lehman Brothers. Negli Stati Uniti dopo il 2008 la diseguaglianza tra coloro che per capacità o per fortuna vivono una condizione di prosperità e coloro che faticano ad arrivare alla fine del mese è diventata sempre più profonda. Veniva forte dalla popolazione una istanza di cambiamento radicale che però è stata canalizzata verso una leadership che rischia di accentuare queste diseguaglianze e riportare gli Stati Uniti indietro di decenni.

L’appello che Obama fa in tale contesto è alla partecipazione (a cominciare dal voto alla prossima competizione elettorale) come antidoto alla nuova tendenza alla chiusura che si sta affermando oltreoceano. Partecipare per rigenerare la politica, quindi, in uno di quei momenti in cui davvero un’elezione può cambiare il corso della storia. Questa è la richiesta contingente che Obama rivolge alla sua platea di studenti, mentre è impegnato nell’affascinante progetto di lungo periodo promosso dalla sua Fondazione per formare i leader del domani.

Il 6 novembre in Illinois i cittadini si recheranno alle urne per scegliere il prossimo Governatore dello Stato e le assemblee legislative. Stando ai sondaggi, l’istanza di discontinuità è molto forte: il vantaggio del candidato democratico Jay Robert Pritzker sull’uscente repubblicano Bruce Rauner supera i 10 punti percentuali. In uno Stato tendenzialmente democratico come l’Illinois Bruce Rauner – repubblicano moderato che fino alla candidatura a Governatore nel 2014 era stato uno dei consiglieri del Sindaco democratico di Chicago Rahm Emmanuel – è riuscito a sconfiggere l’ex Governatore Pat Quinn, nonostante i democratici abbiano sempre mantenuto il controllo delle assemblee legislative statali con ampie maggioranze. Pat Quinn era succeduto a Rod Blagojevich, Governatore dal 2003 fino al 2009, quando fu condannato a 14 anni di reclusione per corruzione.

La maggioranza assoluta degli elettori giudica questa tornata di estrema importanza. I temi principali su cui la competizione sta vertendo sono quelli del lavoro, dell’assistenza sanitaria, dell’immigrazione e della pressione fiscale. Si tratta degli stessi temi che hanno caratterizzato il dibattito nazionale che ha preceduto le elezioni presidenziali del 2016, che nello Stato sono state vinte da Hillary Clinton con 17 punti percentuali di vantaggio su Donald Trump. Speriamo che il coraggio e la speranza, vero fulcro del discorso del 7 settembre di Obama agli studenti, abbiano la meglio sul risentimento e sulla paura.

Leave a Reply

Your email address will not be published.