Friuli Venezia Giulia, la sfida delle elezioni regionali

Friuli Venezia Giulia, la sfida delle elezioni regionali

È arrivato il giorno del voto per le elezioni regionali del Friuli Venezia Giulia: oggi, 29 aprile, si vota per eleggere il nuovo Presidente e per il rinnovo del Consiglio regionale. Negli ultimi cinque anni, in cui la Regione è stata governata da Debora Serracchiani, sono state portate a termine riforme importanti e coraggiose, che il FVG attendeva da anni. Per il centrosinistra è proprio il Vicepresidente della giunta Serracchiani a candidarsi alla Presidenza per continuare sulla strada intrapresa dall’amministrazione uscente, con il sostegno del Partito Democratico e delle liste “Cittadini per Bolzonello”, “Open sinistra FVG” e “Slovenska Skupnost”. Tre i suoi sfidanti: Massimiliano Fedriga (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Autonomia Responsabile, Progetto FVG), Alessandro Fraleoni Morgera (M5S) e Sergio Cecotti (Patto per l’Autonomia).

In cinque anni, nonostante la crisi economica che ha colpito duramente anche il Friuli Venezia Giulia, il governo di centrosinistra è riuscito a dimezzare la disoccupazione e a creare diecimila nuovi posti di lavoro ed è proprio da qui che Sergio Bolzonello vuole ripartire mettendo in campo la defiscalizzazione totale per le imprese, piccole e grandi, che danno lavoro fisso e di qualità. Oltre al lavoro, gli altri punti del programma riguardando la famiglia (100 euro al mese a tutti i bambini e ragazzi dai 0 ai 18 anni), la lotta alla povertà, la sanità, l’autonomia e la specialità, l’internazionalizzazione, la semplificazione, l’istruzione e il turismo che negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale e deve continuare a farlo. Tutte proposte concrete e realizzabili quindi, che la coalizione ha cercato di raccontare ai cittadini in tutta la Regione, dialogando e confrontandosi con loro in queste settimane di campagna elettorale.

Il centrodestra ha basato la sua campagna elettorale principalmente sul tema dell’immigrazione e, più in generale, sulla necessità di demolire buona parte dell’operato della giunta Serracchiani, accompagnando il tutto con le passerelle in Regione di Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, che sembrano ricordarsi del Friuli Venezia Giulia solo in campagna elettorale, arrivando persino a dichiarare, come nel caso delle elezioni in Molise, che dal risultato di queste regionali potranno essere tratte considerazioni che influiranno anche sullo scenario nazionale post 4 marzo.

Ora però la campagna elettorale è terminata ed è arrivato il momento di scegliere. Tra qualche ora sapremo chi per i prossimi cinque anni guiderà questa meravigliosa terra che, forte di un grande passato in cui ha sempre saputo far fronte alle sfide con spirito di comunità, può avere ancora un grande futuro innanzi a sé. La speranza è che il prossimo Presidente sappia essere all’altezza delle sfide che ci troveremo davanti, rispondendo ai bisogni e alle aspettative dei cittadini e mettendo sempre al centro il bene e l’interesse della nostra comunità regionale. Intanto, BUON VOTO A TUTTI!

Leave a Reply

Your email address will not be published.