LUOGHIDITALIA-TEMI

LUOGHI D’ITALIA – Abruzzo

Come ogni mercoledì torna la rubrica Luoghi d’Italia che questa settimana ci accompagna in Abruzzo, nell’area del Parco Nazionale della Majella.

parco-majellaL’Abruzzo è spesso definito la ‘regione verde d’Europa’ per via della presenza di tre grandi parchi nazionali sul suo territorio. Polmoni verdi dell’Italia che non sono solo riserve protette, ma luoghi che conciliano le bellezze della natura con le meraviglie realizzate dall’uomo in queste zone nel corso della storia. Oggi parleremo del Parco Nazionale della Majella. L’area del parco si sviluppa attorno al massiccio della Majella, alle montagne del Morrone e del Porrara, toccando tre delle quattro province abruzzesi: L’Aquila, Chieti e Pescara. Ricca di riserve naturali e di una cospicua varietà di fauna e flora, il circondario della Majella è il luogo ideale per escursioni o semplici fughe dal caos quotidiano della città. Specialmente gli amanti della montagna, sia amatoriali che professionisti, avranno ampia scelta di percorsi e sentieri: il picco più alto è Monte Amaro (2793 m) accompagnato dai massicci della Majella, del Morrone, del Porrara, di Pizzalto e di Monterotella, i quali superano tutti i duemila metri di altitudine. Naturalmente, il Parco Nazionale della Majella non è solo una meta per ecoturismo ed escursionismo. I piccoli centri che costellano le diverse vallate rappresentano un trionfo di storia ed elementi folkloristici della tradizione abruzzese, i quali vanno ad adornare ancor di più il fascino delle diverse città d’arte. La cattedrale di Santa Maria Maggiore di Guardiagrele, il Complesso della Santissima Annunziata di Sulmona, il Castello Caldora di Pacentro sono solo alcune delle meraviglie che le città del parco regalano. Le bellezze del parco non hanno una stagione favorita. Infatti, si può vivere una delle ottime sagre di paese o vedere la festa di storia e colori della Giostra Cavalleresca di Sulmona in estate, ma anche fare una caramanico_termetranquilla passeggiata nell’incantevole Pescocostanzo dopo una sciata sulle piste di Campo di Giove o Roccaraso in pieno inverno lascia incantati. Le associazioni costituitesi negli ultimi anni, inoltre, contribuiscono a conoscere meglio il parco con concerti, degustazioni e escursioni guidate di vario tipo. Spesso questo tipo di uscite specifiche posso rappresentare esperienze uniche, come ad esempio può esserlo l’andare ad ascoltare l’ululato dei lupi tra le montagne. Forse può sembrare un’attività strana, ma dopotutto, chi può dire di aver mai sentito di persona l’ululato del lupo? Fidatevi è qualcosa di unico, che non si vive nella quotidianità della città.

AUTORE: Gregory Marinucci

RESPONSABILI RUBRICA: Francesco Paolo Volpe e Alessandro Zuglian

Team Comunicazione – Luoghi d’Italia

FutureDem

Rispondi

LUOGHI D’ITALIA – …

di FutureDem tempo di lettura: 2 min
0