GIOVANITALENTO-TEMI

GIOVANI ITALIANI DI TALENTO – DAVIDE DATTOLI

GIOVANITALENTO-TEMI

Come ogni martedì, oggi vi raccontiamo la storia di un altro Giovane Italiano di Talento. Lui si chiama Davide Dattoli e ha fondato Talent Garden. Di cosa si tratta? Qual è la sua storia? Leggete sotto per scoprirlo!

Pensate come sia affascinante trasformare la propria vita con idee e sacrifici durante gli studi universitari, passare dalla creazione della pagina Facebook del ristorante dei propri genitori alla fondazione e gestione della più grande rete di coworking italiana ed essere addirittura premiati dal sindaco di una città importante come New York. Tutto ciò è successo al ventiquattrenne – avete capito bene, 24enne! – Davide Dattoli, laureando in Economia e Commercio presso LIUC Università di Castellanza, amministratore delegato e co-fondatore di Talent Garden. Nel 2009 inizia il suo percorso professionale come consulente per varie aziende, dove si occupa di strategie digitali con un focus particolare in Social Media Marketing e mondo mobile. Dattoli -FotoNel 2011 crea un’app, “Save the mom”, un organizer virtuale, una bacheca provvista di shopping list e calendario che potranno compilare tutti i membri della famiglia. Nel 2012 fonda Talent Garden (TAG), il più grande network europeo di coworking focalizzato sul digitale, che comprende attualmente 16 sedi in tutte Europa, 512 talenti ospitati nei vari campus e 3500 persone che ogni anno passano attraverso i TAG. Il primo è stato aperto a Brescia, poi al Sud a Cosenza, e infine tre campus aperti ultimamente fuori dai nostri confini nazionali, in Spagna a Barcellona, in Lituania a Kaunas e a Tirana in Albania. Davide è anche mentor di Virgin Startup, l’acceleratore con base a Londra voluto da Richard Branson, è stato nel board dell’Associazione Digital Champions ed è in quello di ItaliaStartup. Dal 2012 segue per l’Italia StartupWeekend, una organizzazione no-profit della fondazione Kaufmann che si occupa di stimolare la nascita di nuove imprese in giro per il mondo.
L’idea che sta alla base dei Talent Garden è semplice: far interagire tutti i talenti del mondo del web affinchè ci sia contaminazione di idee e persone con l’obiettivo di dare alla luce progetti e startup interessanti e utili. In questo modo così innovativo, ma dove i giovani faticano sempre più a trovare un’occupazione, si è sviluppata questa rete che segue un pensiero preciso: “Se io sto tutti i giorni in un ambiente dove mi dicono che non ho speranze, è praticamente certo che io mi rassegni. Se, invece, mi circondo di ragazzi pieni di idee che stanno provando a realizzare, cambia tutto”. Cio è stato possibile perché Davide sa che questa filosofia è quella vincente e che davvero quando si lavora in gruppo si costruiscono progetti migliori.
Abbiamo raggiunto il nostro talento per fargli qualche domanda.

D. Come hai avuto l’idea di Talent Garden?
R. Talent Garden nasce da un’intuizione, da un’esigenza comune e dalla voglia di dare un risvolto differente alle giornate di lavoro. Per chi, come me, lavora nel settore digitale e della comunicazione ritrovarsi fisicamente in un luogo con gli amici/colleghi con i quali quotidianamente si avevano rapporti online diventava sempre più difficile. TAG è nato dall’esigenza di voler riunire in un unico spazio fisico persone che svolgono la stessa professione con l’intento di migliorare in maniera naturale le proprie competenze. Grazie ad uno spazio progettato per favorire lo scambio e il confronto le professionalità individuali sono quotidianamente stimolate a migliorarsi.

D.Cos’è per te il talento?
R.
Definire il concetto di talento è complicato, ma secondo si può riassumere in un mix di doti naturali, competenze e voglia di fare. Ovviamente non esiste talento senza la voglia di applicarsi, la continua ricerca di un miglioramento e la volontà di mettersi sempre in gioco. Le competenze sono fondamentali, ma senza voglia di fare non si andrebbe da nessuna parte.

D. Come ti vedi tra 10 anni?
R. Tra 10 anni mi vedo a girare tra qualche decina di TAG campus in giro per il mondo conoscendo ogni giorno le decine di talenti che li abitano e costruendo insieme progetti nuovi che possano cambiare il mondo come noi oggi lo conosciamo.

D. Come vedi l’Italia tra 10 anni?
R.
Ho una visione molto positiva del futuro dell’Italia perché a diversi livelli si sta facendo molto per cambiare, per innovare. Penso che l’Italia tra 10 anni avrà riacquistato a pieno la sua competitività e il suo ruolo, anche a livello internazionale, grazie alla valorizzazione dei nostri talenti, della nostra creatività e delle nostre competenze. Realtà come Talent Garden hanno proprio l’obiettivo di favorire questo processo di evoluzione e miglioramento.

Noi FutureDem siamo davvero impressionati dalla sua tenacia, dalla sua grande volontà di costruire nuove esperienze. Siamo fieri di avere giovani come Davide che nonostante le mille difficoltà, hanno coraggio e intraprendenza per costruire, a piccoli passi, partendo anche da posti con alti tassi di disoccupazione come Cosenza, un’Italia più all’avanguardia dove i giovani possano sentirsi fondamentali per un nuovo rinascimento culturale ed economico. Ottimo lavoro Davide!

Francesco Pilittu
Team Comunicazione FutureDem – Giovani Italiani di Talento

FutureDem

GIOVANI ITALIANI DI TALENTO &#…

di FutureDem tempo di lettura: 3 min
4