GIOVANITALENTO-TEMI

GIOVANI ITALIANI DI TALENTO – Bebe Vio

Questa settimana la rubrica Giovani Italiani di Talento ci racconta la storia di Bebe Vio, medaglia d’oro nel fioretto alle Paralimpiadi di Rio 2016.

bebevio1Ci sono storie speciali come quella di Beatrice ‘Bebe’ Vio, giovanissima atleta paralimpica che stasera sarà ospite con il premier Matteo Renzi all’ultima cena di stato della presidenza di Barack Obama alla Casa Bianca. Ad Agosto ha vinto l’oro nel fioretto alle Paralimpiadi di Rio, la prima ad aver ottenuto questo risultato con 4 protesi artificiali dopo che ad 11 anni è stata costretta all’amputazione di braccia e gambe. Bebe è oggi una delle atlete paralimpiche italiane più note e influenti, ma si appassiona e si avvicina alla scherma nel 2002 a soli 5 anni, giovanissima. Nel 2008 poi viene colpita da una meningite fulminante che le causa una necrosi agli arti, tale da rendere necessaria l’amputazione. Dopo qualche mese di cure e riabilitazione torna subito alla sua passione, la scherma, nasce così per la giovane ragazza l’esigenza di impegnarsi in una nuova battaglia grazie ad una speciale protesi progettata per sostenere il fioretto stesso e contemporaneamente nasce per la famiglia la necessità di dare voce all’integrazione sociale tramite l’attività sportiva di bambini che hanno subito le stesse amputazioni di Beatrice. A questo scopo nel 2009 nasce l’associazione ONLUS Art4sport. La giovane veneziana esordisce come schermitrice paralimpica, nel maggio 2010 a Bologna e già nel 2011 arriva per Bebe il primo grande risultato, diventando campionessa italiana Under 20. Nei due anni successivi si ripete e diventa per due anni consecutivi campionessa italiana assoluta. Arrivano poi l’oro nel fioretto individuale e a squadre agli Europei 2014 di Strasburgo, l’oro ai Mondiali 2014 di Varsavia Under 17. Il 2014 poi si dimostra un anno magnifico per la giovanissima atleta veneta che viene coronato dal conferimento del titolo di Italian Paralympic Award da parte del Comitato Italiano Paralimpico. La conferma del suo immenso talento e della sua grande forza emotiva arrivano nell’anno successivo quando durante il mese di settembre conquista anche una bebevio2medaglia d’oro ai Mondiali di Eger nel fioretto individuale. Bebe inizia alla grande il suo 2016: conquista il titolo europeo, agli Europei di Casale Monferrato, proseguendo il percorso di risultati positivi: è campionessa europea 2016 grazie ad un’altra straordinaria prestazione, in finale, contro la russa Irina Mishurova col punteggio di 15-2. Ma la sua giovanissima carriera viene coronata sicuramente dalla medaglia d’oro ottenuta a Rio 2016 lo scorso settembre, risultato ottenuto nello stesso giorno della storica medaglia di Alex Zanardi! Dobbiamo essere orgogliosi noi italiani di essere rappresentati da un atleta, ma sopratutto da una persona come Bebe Vio, che è riuscita a superare un periodo di difficoltà e a diventare la campionessa di scherma che sognava di diventare all’età di 5 anni.

AUTORE: Francesco Pilittu

Team Comunicazione – Giovani Italiani di Talento

FutureDem

Rispondi

GIOVANI ITALIANI DI TALENTO &#…

di FutureDem tempo di lettura: 2 min
0