DIARIOAMMINISTRATORI-TEMI

DIARIO DEGLI AMMINISTRATORI – LOMBARDIA

Come ogni settimana, una nuova pagina del Diario degli Amministratori. A scriverla è Giorgio Mantoan, giovane Consigliere comunale di Carpiano (MI), che ci parlerà della sua esperienza amministrativa e in particolare dell’esperimento positivo della Consulta Giovani.

IMG_1927Sono Giorgio Mantoan, ho 21 anni e sono consigliere comunale di maggioranza a Carpiano, nella città metropolitana di Milano. Un comune di 4000 abitanti, nelle campagne del Parco Agricolo Sud Milano, pochi chilometri fuori dal capoluogo, ma con i vantaggi di non avere traffico e ospitare una comunità con una rete sociale forte, meno dispersa di quella dei grandi centri. Mi piace dire che sono nato a Milano e sono a tutti gli effetti milanese, ma che della Città vivo solo i lati migliori. In fondo è anche questa l’idea di città metropolitana: la ‘milanesità’ si estende oltre la cerchia dei navigli. Certo, l’ente amministrativo è arrivato in ritardo rispetto a una realtà che esiste da decenni, ma l’istituzione della città metropolitana ha costituito soprattutto una svolta culturale. Della campagna elettorale conservo alcune fotografie. Le notti passate a ripassare il programma (e a studiare per l’esame di anatomia). Il ‘porta a porta’, che mi ha fatto conoscere ogni singola buca stradale. I volti delle persone che ho incontrato in quei mesi: è l’immagine più bella, perché ognuno di quei volti porta con sé una proposta o un’istanza, e sono il rapporto di fiducia e l’incontro con le persone che mi hanno dato energia e mi fanno lavorare per trasformare le idee del nostro programma in realtà concrete. In questi 2 anni di mandato ho seguito da vicino molti temi, dalla comunicazione istituzionale alle app interattive (decoro urbano, raccolta differenziata, servizio mensa), passando per le riasfaltature nelle frazioni e i sondaggi per la partecipazione dei cittadini. Ma un risultato di cui vado particolarmente fiero è l’istituzione della Consulta Giovani, tema sul quale ho lavorato con i colleghi consiglieri under 30. L’idea della Consulta è nata da una constatazione: gli ‘occhiali’ attraverso cui i ragazzi osservano la realtà non solo gli stessi di chi ha 50 anni. Quindi perché non provare ad innovare il modello e trasformare i ragazzi da soggetti passivi delle politiche giovanili a progettisti di queste politiche? I risultati non si sono fatti attendere: la Consulta Giovani nel giro di un anno ha – cito solo qualche esempio – ristrutturato la biblioteca civica, attivato uno spazio studio per universitari, aperto uno spazio autogestito dai ragazzi per il venerdì e il sabato sera, lanciato una campagna per la tutela dell’ambiente, organizzato una stagione di cineforum. La Consulta ha ‘liberato’ energie che prima erano rimaste inespresse.

Ed è questo che auguro a tutti gli amministratori, di saper cogliere i potenziali inespressi della propria realtà sociale e di trovare il modo di farli esprimere. Le conoscenze tecniche si apprendono, ma non bastano per essere buoni amministratori: serve, prima di tutto, entrare in sintonia con la propria comunità.

AUTORE: Giorgio Mantoan

RESP. RUBRICA: Francesca Caggianese e Salvo De Luca

FutureDem

Rispondi

DIARIO DEGLI AMMINISTRATORI &#…

di FutureDem tempo di lettura: 2 min
0