DIARIOAMMINISTRATORI-TEMI

DIARIO DEGLI AMMINISTRATORI – EMILIA ROMAGNA

Come ogni giovedì, una nuova pagina del Diario degli Amministratori. Questa settimana a scriverla è Federico Clò, consigliere comunale di Vignola (MO).

IMG_0789Sono Federico Clò, ho 22 anni e sono Consigliere comunale di Vignola, in provincia di Modena. Il ruolo di amministratore rappresenta una vera e propria sfida per le nuove generazioni. L’approcciarsi alla cosa pubblica richiede, per chi vuole espletare in modo efficace e all’altezza il proprio mandato, uno sforzo importante di studio e analisi della realtà territoriale che lo circonda. Il compito di un amministratore non si limita infatti alla gestione dell’esistente, ma è anche e soprattutto progettare e immaginare le prospettive di sviluppo di medio e lungo termine del comune e del territorio che amministra. Un tema cruciale per il futuro dei nostri territori è sicuramente quello delle Unioni e delle Fusioni di comuni, sfida nella quale la regione Emilia-Romagna è stata ed è tuttora pionieraIl comune di cui sono consigliere è inserito in un’Unione di Comuni, l’Unione Terre di Castelli, che copre un territorio molto vasto dalla pianura alla montagna, interessando un’area di 8 comuni e una popolazione di oltre ottantamila cittadini, rappresentando nella nostra Regione un caso veramente unico. Il tema delle Unioni e delle Fusioni è, a mio parere, uno dei più stimolanti ed interessanti a livello di riorganizzazione e rilancio del territorio, soprattutto quando è inserito nell’ambito di una strategia con obiettivi definiti: il fatto che i comuni si aggreghino integrando vari aspetti per rendere più efficienti, dove possibile, i servizi ai cittadini e creando su quelli economie di scala, è un elemento fondamentale per ripensare e riprogettare un territorio. Il tema, inoltre, si inserisce perfettamente nel quadro nazionale di riordino degli enti locali, dal momento che le Province (se la Riforma Costituzionale avrà l’avvallo dai cittadini col referendum in autunno) saranno superate, Unioni e Fusioni saranno infatti uno strumento per gli amministratori locali per rendere più incisivo il peso dei loro territori, magari comuni piccoli o poco popolosi. Il tema delle Unioni e delle Fusioni di comuni è, inoltre, una sfida politica e culturale, in quanto necessita di una solida base strategica e deve confrontarsi con il campanilismo tipico del nostro paese: per questo ritengo, in quanto giovane amministratore e cittadino d’Europa che il nostro obiettivo debba essere quello di rilanciare e potenziare l’attività amministrativa degli enti locali, anche in un quadro internazionale, avendo sempre cura di preservare ciò che caratterizza un territorio, ma senza che il “campanile” sia il freno allo sviluppo.

AUTORE: Federico Clò

RESPONSABILE RUBRICA: Francesca Caggianese

                                                Team comunicazione – Diario degli Amministratori

FutureDem

Rispondi

DIARIO DEGLI AMMINISTRATORI &#…

di FutureDem tempo di lettura: 2 min
0